Go to Home "operagastro". Esplora l'azienda.
Prodotti e Produttori
Sardegna

Circondata dal suo mare, l'isola sarda ha saputo mantenere nel tempo quasi intatte la lingua, le abitudini, le tradizioni. Lo stesso si è verificato per la sua cucina, che ha conservato i caratteri sobri delle origini pastorali, sia nella scelta degli ingredienti che nelle tecniche d'allestimento dei piatti principali.
Qualcosa di sacrale ha, in Sardegna, la preparazione dei numerosi tipi di pane, dai fogli sottili di pane azimo della friabile "carta da musica" fino ai diversi pani creati apposta per tante occasioni e festività; come in un rito cuociono le carni di agnello, porcellino e muflone allo spiedo o internate tra pietre roventi, in un effluvio stuzzicante di mirto e altre piante aromatiche.
I primi piatti, che hanno confratelli simili nel resto d'Italia, assumono nell'isola caratteri propri e "malloreddus", "culingiones " e "angiulottus" si rivestono ghiottamente di sughi profumati in cui, talvolta, entrano trionfalmente l'aragosta o la saporita bottarga.
I piatti di pesce sono favoriti dal limpido mare circostante, che fornisce pregiata materia prima per gustose specialità come la "bunida" la "buttatiga" e la "cassola".
I dolciumi soddisfano l'occhio e il palato e i vini recano l'impronta forte di questa terra e del suo sole.
Il Torrone è fatto solo con miele, mandorle tostate, albume d'uovo, ostie e fa parte del menù natalizio sardo testimoniando la migliore tradizione artigianale dei dolci della Sardegna.
Le Sagre che si svolgono nei vari paesi di questa isola golosa senza l'onnipresente Torrone non avrebbero lo stesso sapore.

Le ricette più espressive...
Indietro
Mercaffari
Condizioni d'uso del sito
Scrivimi